Alza la testa di Alessandro Angelini

Recensioni Film - Per dire la tua sul cinema! [+] Recensisci e Vota

Dati principali, scheda, locandina, manifesto cinema, info, curiosità per Alza la testa - [Trama, giudizi e opinioni]
Altri film, opinioni, recensioni, informazioni - Altri film diretti da Alessandro Angelini - Correzioni/Aggiunte - Video YouTube di Alessandro Angelini Alza la testa - Cerca e trova - Stampa pagina - Condividi su
Crea il tuo Sito con EasyWebEditor, i tuoi CD cataloghi prodotti con CDFrontEnd, i tuoi ebook con EBooksWriter - VisualVision.it
 



locandina Alza la testa
 
Regista: Alessandro Angelini
Titolo originale: Alza la testa
Durata: 86'
Genere: Drammatico
Nazione: Italia
Rapporto:

Anno: 2009
Uscita prevista: Roma 2009, 06 Novembre 2009 (cinema)

Attori: Sergio Castellitto, Gabriele Campanelli, Anita Kravos, Duccio Camerini, Augusto Fornari
Sceneggiatura: Alessandro Angelini, Angelo Carbone, Francesca Marciano

Trama, Giudizi ed Opinioni per Alza la testa (clic qui)...In questa pagina non c'è nemmeno la trama per non fare spoiler in nessun caso.
 
Fotografia: Arnaldo Catinari
Montaggio: Massimo Fiocchi
Musiche: Luca Tozzi
Scenografia: Alessandro Marrazzo
Costumi: Daniela Ciancio

Produttore: Donatella Botti
Produzione: Bianca Film, Rai Cinema, Alien Produzioni
Distribuzione: 01 Distribution

La recensione di Dr. Film. di Alza la testa
Nessun commento di Dr.Film per ora...

LEGGI e SCRIVI opinioni e recensioni su Alza la testa
Opinioni e recensioni su Alza la testa, clic qui...

Colonna sonora / Soundtrack di Alza la testa
Potrebbe essere disponibile sotto, nei dati aggiuntivi (clic qui).

Informazioni e curiosità su Alza la testa

Questo film è stato riconosciuto di Interesse Culturale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per il Cinema.
Questo film è stato realizzato con il contributo della Friuli Venezia Giulia Film Commission Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.


Note dalla produzione:
NOTE DI REGIA
Mi piacciono i personaggi con la “ruggine addosso”, quelli in credito con la propria vita perché convinti di aver incassato meno del dovuto e perciò sempre sul punto di esplodere. Mi piace la loro energia, quel modo che hanno di dannarsi per provare a rimettere a posto le cose.
Antonio Mero è così. Tenta costantemente di riscattarsi, prima attraverso i successi sportivi di suo figlio, poi cercando la persona che ne ha ricevuto il cuore e infine prendendosi cura di una sconosciuta.
Nel gesto che segna il finale del film, un atto di ribellione alla morte, irrazionale ma per certi versi lucido, c’è tutto il suo percorso umano, il viaggio che finalmente lo rende capace di riconoscere “l’altro”, che gli permette di riscattare i suoi errori e lenire, almeno in parte, il dolore per la perdita del figlio.
In qualche modo “Alza la testa” è la storia di una caduta e resurrezione.

Credo che la forza e il riscatto del personaggio di Mero risiedano nella sua purezza, nel vivere ogni situazione senza filtri o calcoli, nell’ostinazione che rappresenta il suo pregio più grande e al tempo stesso la ragione di tutte le sue sventure.
Dietro l’attenzione maniacale per la carriera agonistica del figlio, dietro i continui richiami al ragazzo perché impari a “prendersi cura di sé, sempre” c’è la paura di rimanere solo e la lezione appresa da sconfitto; nessun avversario può stenderti come la vita.
Non ha un carattere facile Mero. Non è simpatico, non è aperto agli altri, è pieno di contraddizioni- costruisce barche ma è ancorato al suo dialetto e alle sue convinzioni- è piuttosto un eroe tragico in quanto artefice inconsapevole del proprio destino, eppure è un personaggio pieno d’energia e umanità, per il quale non si riesce a non provare affetto.
Sergio Castellitto gli ha trasmesso forza e vitalità non comuni rendendo con precisione gli improvvisi cambi d’umore di chi vive da sempre con l’idea di dover recuperare terreno.
Ha saputo mostrare tutta l’asprezza di un uomo tradito alla vita, il suo disagio, l’inadeguatezza, ma anche il suo bisogno di andare avanti, di tornare a sognare, la necessità fisica di un abbraccio.
Nel grigio inverno del Nord, straniero tra gente che parla lingue dure e incomprensibili, Mero deve accettare di non aver nulla in comune con la persona che ha ricevuto il cuore di suo figlio.
Se aveva pensato che attraverso questa avrebbe mantenuto vivo il ricordo di Lorenzo si sbagliava, nessuno potrebbe essere più lontano dal ragazzo di quanto non lo sia Sonia.
Sonia ha bisogni e necessità per le quali Mero non è preparato e alle quali non sa far fronte; la sola cosa che hanno in comune lui e quella figura fragile, chiusa in se stessa è il fatto di essere soli.
Se Denisa, Ana, Radu vengono da un paese straniero, Sonia, come e più di Lorenzo, porta nel dna la sua diversità e il bisogno di essere accolta, accettata. Anche lei come Mero si è impegnata in un viaggio ma interiore; verso un corpo che sente più suo, verso un aspetto più familiare.

“Alza la testa” ha una costruzione anarchica; nella narrazione i generi si mescolano. Ai toni da commedia dell’inizio succedono quelli del racconto di formazione (padre e figlio, la boxe come sport ma anche come metafora) per proseguire con quelli più introspettivi, propri del dramma, che poi si sciolgono nell’atto finale.
Penso che questa contaminazione dei generi sia la vera scommessa del film e insieme la sua ricchezza. Volevo che il film avesse un percorso sinuoso, incerto, imprevisto. Per questo motivo la figura che nella seconda parte del film è centrale, quella di Sonia, di fatto risulta essere un tramite attraverso cui Mero conclude la sua parabola.
Seguendo il cuore del figlio, Mero si allontana da casa, si smarrisce, tocca il suo fondo di essere umano ma poi, ancora una volta, trova la forza di aggrapparsi alle corde e rimettersi in piedi.
Lo fa separandosi da quel cuore che ha allenato per anni, quasi restituendogli la libertà che aveva negato a Lorenzo. Lo fa ricongiungendo un neonato a sua madre, una donna senza nome venuta a cercare una vita migliore, così come Denisa anni prima e in parte facendo pace con se stesso.
beppe scrive a proposito di Alza la testa
è un film pieno di umanità bellissimo anche se forse non ha avuto il successo che merita

[+] aggiungi informazioni e curiosità su Alza la testa oppure [+] scrivi recensione e vota Alza la testa

Vota, leggi trama e opinioni su Alza la testa di Alessandro Angelini - Torrent, scaricare Alza la testa di Alessandro Angelini, streming

Questo sito è gestito con HyperPublish e molto olio di gomito.
Questo è un sito di cinema film movies amatoriale: le informazioni provengono dai miei studi, dal contributo degli utenti e da fonti reperibili nel pubblico dominio. Non posso garantire la validità delle informazioni ma faccio del mio meglio. Posso inoltre garantirti la mia onestà quando dico che un film è bello. Aggiungi anche tu la tua opinione e fai sapere a tutti senza limiti come è il film! Ti invito ad andare al cinema, non è bello scaricare torrent guardare streaming vedere megavideo striming divx emule movies nemmeno in anteprima. I copyright dei film / movies appartengono ai rispettivi proprietari.



Qualche film interessante: Andata e ritorno, Amore, furti e altri guai, Almost Blue, Almanya - La mia famiglia va in Germania, Alla rivoluzione sulla due cavalli, Aida degli alberi, Accidental Love, Abendland, A' moi seule

Film in ordine alfabetico: 9.99…20 D 20 F…50 V 500 …UNA - ...A…A PR A PR…ACQU ACRI…AH S AI C…ALIL ALL …AMAZ AMAZ…AMOR AMOR…ANIJ ANIM…APPU APPU…ASPR ASSA…AVVI AWAK…L'AM L'AM…LE A LE A…UN A UN A…UN'A - A BE…BALL BALT…BE K BE L…BENV BENV…BING BIOS…BLOO BLOO…BOX BOXI…BULW BUMA…LA B LA B…THE THE …UNA - ...C…CAPT CAPT…CAVA CAVA…CHE CHE …CICO CIDA…CODI CODI…COMM COMM…COSA COSA…CUCC CUOR…IL C IL C…LA C LA C…PORC THE …UNA - ...E…DEAD DEAD…DEST DEST…DIRT DIRT…DORI DORM…DUE DUE …LA D LA D…UNA UNA …UNA - ...E…EFFE EFFE…EMPI EMPL…EVAN EVAN…L'ES L'ES…UN'E - A FA…FAUS FAUS…FINO FINO…FRA FRAG…FROZ FRUI…I FR I FR…LA F LA F…UNA - A GL…GET GET …GIOV GIOV…GOMO GOMO…GRIN GRIZ…IL G IL G…LE G LE G…UNA - A HI…HARR HARR…HESH HESH…HONE HONE…HUNG HUNG…UN H - GLI …IMMO IMMO…INCO INCR…INTE INTE…IQBA IRAQ…L'IN L'IN…UN'I - I JO…JESU JET …JOYF JU T…THE - K.36…KING KING…THE - A LE…LAND LAND…LEGE LEGI…LIBE LIBE…LONT LONT…LULU LUMI…UNA - A MA…IL M IL M…LA M LA M…MAES MAGA…MANS MANS…MATE MATE…MENO MENO…MILO MIMZ…MO'J MOLI…MO'T MOTO…MY G MY I…UN M UN M…UNA - I NO…NARU NARU…NEMM NEMM…NO ( NO -…NON NON …THE THE …UNA - GLI …OCTA OCTO…ONDE ONDE…ORO ORO …UN'O - O - …IL P IL P…LA P LA P…PANE PANE…PASS PASS…PEPP PEPP…PICC PICC…PLAT PLAY…PRAI PRAN…PROF PROF…THE THE …UNE - A QU…QUEE QUEE…THE - I RA…LA R LA R…RAIN RAIS…REMB REMB…RIDE RIDI…ROBO ROCC…THE THE …UNA - O - …IL S IL S…LA S LA S…SALE SALI…SCAR SCAR…SECO SECO…SETT SEVE…SHOR SHOR…SKOO SKY …SOLO SOLO…SPAC SPAC…STAR STAR…STRE STRE…SUR SUR …THE THE …UNO - I TE…TADP TAFA…TEMP TEN …THE THE …TI V TI V…TORO TORQ…TRE TRE …TURI TURI…TWO TWO …UNA - GLI …L'UO L'UO…UNDE UNDE…UZAK - A VE…LA V LA V…VAJO VALD…VERO VERO…VIRG VIRT…VUOT - I WA…WARC WARC…WILD WILD…WWW - X - Y - Z
Registi in ordine alfabetico: 0..9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Cerca...
RecensioniFilm.com 2017 tutto il Cinema raccontato dal pubblico - Accordi - Software - Crea Ebook - Screen savers - Privacy e cookies - Contatti, suggerimenti - Film senza limiti - Streaming