Cattivissimo me di Pierre Coffin, Chris Renaud, Sergio Pablos

Recensioni Film - Per dire la tua sul cinema! [+] Recensisci e Vota

Dati principali, scheda, locandina, manifesto cinema, info, curiosità per Cattivissimo me - [Trama, giudizi e opinioni]
Altri film, opinioni, recensioni, informazioni - Altri film diretti da Pierre Coffin, Altri film diretti da Chris Renaud, Altri film diretti da Sergio Pablos - Correzioni/Aggiunte - Sito ufficiale di Despicable Me / Cattivissimo me - Sito ufficiale italiano di Cattivissimo me - Video YouTube di Pierre Coffin, Chris Renaud, Sergio Pablos Cattivissimo me - Cerca e trova - Stampa pagina - Condividi su
Crea il tuo Sito con EasyWebEditor, i tuoi CD cataloghi prodotti con CDFrontEnd, i tuoi ebook con EBooksWriter - VisualVision.it
 



locandina Cattivissimo me
 
Regista: Pierre Coffin, Chris Renaud, Sergio Pablos
Titolo originale: Despicable Me
Durata: 95'
Genere: Animazione
Nazione: U.S.A.
Rapporto:

Anno: 2010
Uscita prevista: 15 Ottobre 2010 (cinema)

Attori:
Soggetto: Sergio Pablos
Sceneggiatura: Ken Daurio, Cinco Paul

Trama, Giudizi ed Opinioni per Cattivissimo me (clic qui)...In questa pagina non c'è nemmeno la trama per non fare spoiler in nessun caso.
 
Fotografia:
Montaggio: Gregory Perler, Pam Ziegenhagen
Musiche: Hans Zimmer
Scenografia: Yarrow Cheney

Produttore: John Cohen, Janet Healy, Christopher Meledandri
Produttore esecutivo: Nina Rappaport
Produzione: Illumination Entertainment
Distribuzione: Universal Pictures Italia

La recensione di Dr. Film. di Cattivissimo me
Nessun commento di Dr.Film per ora...

LEGGI e SCRIVI opinioni e recensioni su Cattivissimo me
Opinioni e recensioni su Cattivissimo me, clic qui...

Colonna sonora / Soundtrack di Cattivissimo me
Potrebbe essere disponibile sotto, nei dati aggiuntivi (clic qui).

Voci / Doppiatori italiani:
Max Giusti: Gru
Edoardo Stoppacciaro: Vector
Nanni Baldini: Dott. Nefario
Manuela Andrei: Madre Di Gru
Alessandro Budroni: Perkins
Angela Brusa: Signorina Hattie
Rossa Caputo: Margo
Veronica Benassi: Edith
Arianna Vignoli: Agnes
Massimo Braccialarghe: Speaker Tg
Oreste Baldini: Mark
Manfredi Aliquo': Tim
Francesco De Francesco: Phil
Franco Mannella: Fred Mcdade

Voci / Doppiatori originali:
Steve Carell: Gru
Jason Segel: Vector
Russell Brand: Dott. Nefario
Julie Andrews: Madre Di Gru
Will Arnett: Perkins
Kristen Wiig: Signorina Hattie
Miranda Cosgrove: Margo
Dana Gaier: Edith
Elsie Fisher: Agnes
Rob Huebel: Speaker Tg
Pierre Coffin: Mark
Pierre Coffin: Tim
Pierre Coffin: Phil
Danny McBride: Fred Mcdade

Informazioni e curiosità su Cattivissimo me

Cattivissimo me ha avuto molto successo e quindi ha ispirato film successivi con gli stessi personaggi:
- Cattivissimo me
- Cattivissimo me 2
- Cattivissimo me 3
- Minions

Note dalla produzione:

Sulla Produzione - “Cattivissimo Me” il progetto ha inizio…
“Il soggetto iniziale alla base di “Cattivissimo Me” mi fu spiegato per la prima volta da Sergio Pablos, che è un animatore spagnolo con un piccolo studio d’animazione in Spagna”, spiega Chris Meledandri. “Abbiamo capito immediatamente che gli sceneggiatori Cinco Paul e Ken Daurio avrebbero potuto trarne una sceneggiatura”. I due avevano già lavorato con il produttore al successo planetario “Ortone e Il Mondo Dei Chi”.
Paul e Dario si erano già misurati con l’intricato mondo dell’animazione insieme al produttore Meledandri, creando altri film insieme nel loro passato come “Ortone e il mondo dei Chi”, la storia di un elefante gentile che sente un debole grido d’aiuto da un granello di polvere galleggiante. Il film, diretto da Jimmy Hayward e Steve Martino, è stato un enorme successo e ha saldato la reputazione dei due sceneggiatori. Questo loro ultimo progetto, è basato sull’idea di Sergio Pablos, e narra le avventure di uno dei più grandi super-cattivi del mondo, un uomo che assapora la vita compiendo azioni malvagie.

Fin dall’inizio, è stato importante per la Illumination Entertaiment costruire un racconto che avrebbe impresso un marchio da seguire in tutti i futuri progetti della casa di produzione. Ciò non comporta eroi bidimensionali o antagonisti. Riflette Meledandri :”L’idea di realizzare un film d’animazione con un cattivo come protagonista è insolita e molto impegnativa. Gru alla fine del film subirà una trasformazione, resa possibile nonostante il punto iniziale del suo carattere sia estremamente antipatico”.
Continua il produttore John Cohen dicendo che “Cattivissimo Me” avrebbe spiccato mostrando quel lato di noi di cui non sempre andiamo orgogliosi.

“Per un po’ abbiamo voluto fare un film su un criminale raccontato dal punto di vista del cattivo”, dice. “Chris ha sentito questa idea dal talentuoso animatore Sergio Pablos. Sergio e Nina Rowan, i produttori esecutivi, hanno portato questa idea a Chris, che se ne innamorò subito. È una grande storia e ha un concetto chiaro, una commedia costruita intorno ad un personaggio dal cuore molto particolare”.
A Cohen è piaciuto molto il concetto secondo il quale ognuno di noi ha insita un po’ di cattiveria che aspetta solo di essere espressa. Continua: "Gru offre un appagamento a questo desiderio. Quando sei nella fila veloce alla cassa del supermercato e la persona davanti a voi ha 25 pezzi e vorrebbe pagare con un assegno, ecco, quello sarebbe il momento giusto per usare il raggio congelatore. Questa è una grande commedia basata un personaggio che fa cose che ognuno di noi vorrebbe fare".

Quando venne il momento di selezionare i direttori di questo progetto, Meledandri si rivolse al regista nominato agli Oscar® Chris Renaud e all’acclamato Pierre Coffin, animatore, e li pose al timone. Renaud ha maturato anni di collaborazione con Marvel e DC Comics, nel corso dei quali ha potuto illustrare alcuni dei personaggi più iconici della nostra epoca. Da parte sua, Coffin ha creato alcuni dei corti d’animazione più cliccati su YouTube, tra cui "The Lion Sleeps Tonight".
“Chris Renaud è qualcuno con cui ho lavorato per molti anni, tornando a Fox e Blue Sky Studios” commenta Meledandri. “Ha iniziato come collaboratore del nostro studio come story-boarder, prima di unirsi a noi in un modo molto più profondo. Le sue origini sono nel mondo dei fumetti, dove all’inizio era illustratore.

Chris ha un meraviglioso modo di tradurre una storia in immagini. Abbiamo avuto un’esperienza di particolare successo riguardo ad un corto Blue Sky, da lui diretto e nominato agli Oscar ®, dal titolo “No Time For Nuts”.
Coffin arriva in questo progetto da una serie di corti d’animazione molto celebrati, come il pesce Tobby Flying e Ping. “Ha lavorato su una serie di corti d’animazione estremamente straordinari”, continua Meledandri.
“Pierre ha il dono di catturare e definire una personalità col più sottile dei movimenti. La mia attenzione è stata catturata a Parigi vedendo un suo lavoro di 15 minuti. Sapevo che avrebbe potuto portare personalità e carattere a questo film e che sarebbe stato splendido nel definire il personaggio di Gru e definire la sua interiorità oltre alla sua scorza”.
Mentre la forza di Renaud è nello Storyboard, quella di Coffin si ha nell’animazione. Questo è in sintesi la loro divisione delle responsabilità. L’intera sincronia dell’Illumination Entertainment, delle squadre e della direzione artistica sarà divisa tra loro due.


Bene contro Male - Chi è Chi nel mondo di Gru?
Inizialmente tutto è un po’ incerto in “Cattivissimo Me”, chi è buono e chi è cattivo, tutto verrà spiegato con l’evolversi della storia.

Qui di seguito una guida deliziosa dei personaggi del mondo di Gru:
• Gru (Steve Carell) è un furfante che trova piacere nel fare cose deliziosamente malvagie alle altre persone. Che si tratti di congelare una lunga fila di persone davanti a lui in un negozio di caffè sia che si tratti di creare palloni animali per un bambino solo al quale vuol rubare il leccalecca, Gru fa tutto cio che noi vorremmo fare ma che non possiamo. È sulla buona strada per diventare il più grande cattivo di tutti i tempi e commettere il crimine del secolo, ma sta per affrontare la sua più grande sfida :la paternità.
• La nemesi di Gru, Vector il Nerd (Jason Segel), geniale e presuntuoso. Chiuso nella sua elegante casa/fortezza, spesso abbigliato della sua tuta arancione da Warm Up, passa il tempo con i videogiochi mentre pensa alla sua prossima mossa. La sua arma preferita è una pistola con piranha vivi. Purtroppo per lui è difficile mantenere in vita i piranha nella canna della pistola…
• La più grande delle tre orfanelle, Margo (Miranda Cosgrove) è molto protettiva nei confronti delle sue due sorelle. Cresciuta senza una famiglia, diffidente della maggior parte della gente che conosce, sa che loro possono contare solo le une sulle altre. Margo è un osso duro e una forte protettrice, non ha paura di sfidare Gru, che raccoglierà la sua sfida.
• La bambina che porta tutto al limite, Edith (l’esordiente Dana Gaier) potrebbe essere l’ultima ragazza che dall’orfanotrofio si vorrebbe adottare. Indossa sempre un cappello calato sugli occhi ed è desiderosissima di testare le pericolose armi di Gru, lei è un po’ mascalzone. Anche se questa figlia di mezzo è desiderosa che le vengano posti dei limiti, non lascerà mai farlo trasparire per nulla al mondo.
• Una ragazza innocente che ama incondizionatamente e che a sua volta vuole essere amata, la più giovane delle tre orfanelle desidera un abbraccio. Agnes (Elsie Fisher) è ossessionata dagli unicorni e dice a caso parole dolci. Lei aspira ad altri genitori per la sua famiglia… nella quale un unicorno non avrebbe proprio fatto male.
• La Mamma di Gru (Julie Andrews): dietro ogni grande cattivo c’e’ sempre una mamma che disapprova. A giudizio della madre, Gru non ha mai combinato nulla di buono. Lei tratta Gru ancora come se avesse 8 anni. Questo suo atteggiamento cosi critico ha ispirato il figlio a compiere azioni sempre più malvagie, al fine di impressionare questa mamma cosi critica.
•Lo scienziato pazzo, il dottor Nefario (Russell Brand) sembra essere di 150 anni e oscilla tra lampi di brillantezza e buchi neri di estraniazione. Sempre al lavoro per costruire armi più sofisticate, Nefario è (a volte), pervaso da un’umorismo tagliente come una virata. Il suo pubblico è comunque svanito circa 50 anni fa.
• Piccole e maliziose creature gialle, i Tirapiedi (Pierre Coffin, Chris Renaud e Jemaine Clemente) compiono pit-stop per il non proprio brillante Gru. Operosi e dediti al loro leader e alle sue gesta folli, i servi son contenti di servire da manichini per crash test. Quando incontrano le tre figliolette adottive di Gru sembreranno essere contenti.
• Signorina Hattie (Kristen Wiig) gestisce l'orfanotrofio locale dove Margo, Edith e Agnes vivevano prima di essere mandate da Gru. Una custode dall’apparenza gentile ed interessata, Signorina Hattie è in realtà una severa bellezza del sud che crede nel duro amore e nelle grandi imprese. Se non state raggiungendo la somma stabilita vendendo biscotti, Signorina Hattie vi manderà nel "Box della vergogna".
• il vicino di casa di Gru, Fred McDade (Danny McBride) è, naturalmente il rappresentate del quartiere dove vive Gru. È tenuto a segnalare ogni infrazione al codice del quartiere, anche la minima, McDade è una spina costante nel fianco di Gru. Ha solo bisogno di tenere d’occhio il suo cane se non vuole temere l’ira di Gru.
• Un manager spietato che gestisce la banca del male, Mr Perkins (Will Arnett) ha finanziato a lungo Gru per i suoi piani malvagi. Un mostro d’uomo cresciuto nell’insoddisfazione, Perkins ha finito la sua disponibilità a finanziare Gru, proprio nel momento in cui Gru voleva rubare la luna.
• I turisti che Gru incontra (Jack mcBrayer e Mindy Kaling). Questa famiglia in vacanza col loro giovane figlio, armati di abbigliamenti selvaggi e macchine fotografiche usa e getta, si imbatteranno nel loro viaggio più emozionante quando scoprono che qualcuno ha rubato la Grande Piramide.
• Barker (anch’esso doppiato da Jack McBrayer), non ha nessuna intenzione di permettere a Margo, Agnes e Edith di uscire fuori dal parco divertimenti Super Fun Silly Land con uno dei suoi più pregiati peluche. Nemmeno quando Gru tirerà fuori enormi pistole pur di vincere per Agnes il suo amato unicorno.
• Un incrocio tra un bulldog e un piranha con l’atteggiamento di sfida, Kyle è il cane da guardia di Gru. Il destinatario di molti abbracci indesiderati da parte di Agnes, Kyle non è ancora sicuro se inghiottire contemporaneamente le tre bambine o solo rannicchiarsi accanto a loro…


Il Popolo di “Cattivissimo Me”
Cast Comico (Doppiatori originali)
Quando si è iniziato a mettere insieme il cast per “Cattivissimo Me”, il primo lungometraggio d’animazione dell’Illumination Entertainment, i produttori sono stati inflessibili nel voler scegliere attori che mettessero in evidenza l’umore dei personaggi con le loro voci, ma che fossero anche in grado di ispirare gli animatori con le loro fisicità.
Cohen spiega: “Il modo in cui abbiamo affrontato i casting era diretto a cercare il meglio tra gli attori comici d’improvvisazione sul mercato. Questi infatti hanno portato improvvisazione e freschezza all’intero film”.
Per scegliere a chi far interpretare il protagonista super-cattivo, un personaggio che sta tentando di diventare il migliore nel suo campo, i membri del team hanno visionato più di un attore tra le loro ex conoscenze. Steve Carrell, noto a milioni di fan per le sue interpretazioni in televisione, “The Office”, e al cinema, “40 anni vergine”, “Get Smart” e “Date Night”, risultò essere la voce pù interessante per i cineasti.

Dapprima, Carrell ha lavorato con Meledandri su “Ortone e il Mondo dei Chi!”, prestando la sua voce al sindachì della città dei Chi non So.
“Steve mette molto pathos nella sua voce, e risulta estremamente comico”, dice Meledandri. “Lavorare con lui è un’esperienza unica perché è forte come attore, improvvisatore e scrittore. E’ raro che Steve non dia una versione ottimale della scena che ha girato sia che si tratti di comicità o drammaticità. Lavorare con lui è un processo di continua scoperta. Non si sa mai bene dove si stia andando, e tuttavia si giunge sempre ad un livello superiore rispetto a quello da cui si è partiti”. Quando il team di lavoro si sedette ad un tavolo con Steve per discutere dell’approccio che avrebbe adottato al personaggio di Gru, Carrell ha osservato come ogni cattivo cinematografico debba avere un timbro vocale memorabile, in modo che il pubblico potesse immediatamente ricordarne l’accento. Spiega Meledandri :”Carrell ha iniziato giocando con la voce e diversi accenti, e se ne uscì con un misto tra Bele Lugosi e Ricardo Montalban. Subito appena iniziò con quel timbro fu chiaro in noi la sua aderenza con la nostra concezione visiva del personaggio”.

Non solo l’opportunità di recitare la parte di un furfante ha attirato Carrell nel progetto :”La storia è veramente dolce” egli dice, “ La cosa che mi ha attirato maggiormente è stato il lato malvagio di Gru, pazzesco e diabolico, non vi è umanità in lui. E questo personaggio la dice lunga su come le persone possano cambiare e come aspetti della personalità possano venire in superficie, al cambiare delle circostanze. La gente non è buona o cattiva… c’e’ sempre qualcosa di buono nei cattivi e qualcosa di male nei buoni. Questo è molto interessante da vedere ed esplorare”. Carrell inoltre è apprezzato come sfidante di Vector nella conquista del titolo di “Più cattivo del mondo”.
“E’ frustrante per Gru essere considerato il secondo migliore cattivo del mondo, perché è un perfezionista”, aggiunge l’attore. “E’ una persona molto orgogliosa del suo lavoro, e vuole essere il più cattivo. Ma c’e’ qualcuno che lo supera e questo, lui proprio non lo digerisce”.
Per interpretare il ruolo della nemesi di Gru, Vector, il team ha scelto l’attore comico nonché scrittore Jason Segel. Un formidabile avversario per Gru, Vector è descritto da Carrell come “più giovane e con molta tecnologia in più a sua disposizione. Egli diventa veramente un problema per Gru. Quando si è in competizione nel rubare la luna non si può realmente essere amici”.

Nuovo nel mondo dell’animazione, Segel era eccitato per questo suo debutto. Ha avuto un approccio geniale al personaggio di Vector. “Non avevo mai fatto nulla del genere”, dice Segel. “La mia esperienza più vicina ad una cosa del genere è stato il teatro di figura, ma mai così spettacolare. Non mi rendevo conto che non avrei lavorato con altri attori. Ho letto tutta la sceneggiatura da solo e questo ha richiesto un grande lavoro di fantasia. Per entrare nel personaggio di Vector ho duvuto rintracciare la mia adolescenza, l’avevo quasi dimenticata ma alla fine l’ho rincanalata”.
Proprio come Gru, anche Vector cerca di impressionare la madre e riacquistare l’attenzione da parte del padre distante. Segel spiega :”Il mio personaggio ha un rapporto molto teso con il padre. Non ha fiducia in me seppur questo sia una delle forze del personaggio, come per la maggior parte dei furfanti, ha in fondo un rapporto molto strano con i genitori”.

La superstar dei teenager Miranda Cosgrove ha colpito i produttori di “Cattivissimo Me” che le hanno assegnato la parte di Margo, la più grande delle tre sorelle che Gru adotta.
Una veterana di Nickleodeon con lo show “Drake&Josh”, Cosgrove ha costruito uno show montato su web-cast dei suoi migliori amici e la serie numero 1 ha affascinato tutti i ragazzi dai 2 agli 11 anni, dal titolo “iCarly”, che detiene il record come trasmissione più seguita nella storia dell’emittente. Con tempi comici stretti e impassibilità vocale Cosgrove è riuscita a portare a casa il ruolo di Margo.
È lei la più sospettosa delle tre sorelle e protegge le altre due dalle intenzioni malvagie di Gru. I produttori e i registi sapevano da subito che Margo dovesse essere simile alla Cosgrove. Renaud spiega la scelta ;”Il ruolo è un ruolo difficile, da Miranda ci aspettavamo qualcosa di speciale. Le tre ragazze sono l’anima del film, e Margo essendo la maggiore aveva molta più responsabilità. È stata una scelta importante Miranda e alla fine abbiamo ottenuto esattamente ciò che ci aspettavamo e di cui avevamo bisogno”.

Ottenere la parte ha significato per Miranda anche la possibilità di lavorare con un attore comico che lei ammira. “Steve Carrell è uno dei miei attori preferiti”, dice. “Così quando ho scoperto che anche lui faceva parte del progetto ho pensato fosse la ciliegina sulla torta. La storia intera è divertente. Mi piace che sia lui il cattivo. Gru finisce per mostrare questo cuore incredibile e di essere un bravo ragazzo. Amo le storie di questo genere”.
A doppiare la sorella di mezzo, Edith, troviamo Dana Geier. Parlando del suo personaggio la giovane attrice ha detto: "Lei è maliziosa e sarcastica. È davvero una piantagrane, ed è qualcuno con cui posso riconoscermi, visto il rapporto che ho con mia sorella nella vita reale. Lei è il tipo di persona che non ascolta, tocca tutte le cose anche se le è stato proibito, ma lo fa solo perche le piace esplorare e ama curiosare. Questo è il mio divertimento e quello di Edith. E ci piacciono ad entrambe le nostre sorelle".

I registi inoltre hanno scelto Elsie Fisher per interpretare Agnes, la sorella minore di Edith e Margo. Ogni volta i registi ridevano a crepapelle durante le sedute con Fisher. In effetti una delle più grandi risate nel corso delle sedute di registrazione si è avuta quando Agnes riesce ad ottenere il suo tanto agognato unicorno.
Fisher non ha mai finito di stupire i realizzatori del film per il suo estremo ed innato tempismo comico.
Fisher amava il fatto che il suo personaggio avesse un padre così grosso. Una delle più grandi conquiste per la produzione è stata ottenere Julie Andrews per il ruolo della madre esigente di Gru, la madre mai-contenta.
In ogni occasione lei tiene a precisare al figlio che non è mai abbastanza. Meledandri ricorda il suo primo incontro con la leggenda :”Quando abbiamo chiesto a Julie di far parte del progetto, la sua reazione iniziale fu di entusiasmo, per poi tramutarsi in resistenza man mano che conosceva il personaggio. Lei in effetti interpreta un personaggio che potrebbe definirsi l’anti Mary Poppins, una cattiva ed esigente madre”.

Gli sceneggiatori avevano immaginato una madre che vuole che il figlio sia sempre il migliore, ma che è anche una donna dalla terribile e metodica tecnica genitoriale. “La risposta di Julie fu che non aveva mai interpretato nessun personaggio simile né che ne avesse mai incontrato uno in passato”, continua Meledandri. “Questo rappresentava la sfida per Julie, interpretare qualcosa di cosi lontano dal suo vissuto”.
Nel descrivere il suo personaggio, la madre assillante, la Andrews dice :”La madre di Gru è una donna terribile, sono rimasta più volte sgomenta per ciò che il mio personaggio stava cercando di fare, e talvolta tutto sembrava davvero cosi malvagio, tuttavia amavo abbastanza il progetto e avevo fiducia in Renaud e nella visione di Coffin”. Osserva l’attrice, “Il film ha un cuore grande così e in definitiva è la storia del potere dell’amore e la meraviglia che i bambini hanno. Queste tre bambine non hanno idea di cosa sia il male, vogliono solo essere amate”.

Proprio come Carrell ha adottato un accento particolare per il suo personaggio, così ha fatto la Andrews. Sulla voce della mamma di Gru lei spiega :”La sua voce finisce per essere un po’ ebrea e un po’ tedesca, mitteleuropea e inglese. Sapevo che Steve stava optando per un tono di voce basso e un po’ esitante. Cosi ho pensato ‘Bhè, da dove saranno venuti, lei e Gru? Forse hanno origini mitteleuropee e son venuti quà”.
Descrivendo la madre di Gru, Carrell ride :”Nessuna persona sembra meno adatta a recitare la parte della mamma terribile e pedante di Julie Andrews. Ma lei è fantastica. Forse esiste davvero in lei una parte orribile e magari viene proprio fuori con questo film”.

Contribuisce affinchè i piani di Gru si realizzino e protegge la sua fortezza da intrusi ( sia che si tratti di ragazzine che vogliono vendere biscotti o dagli eccessivamente amichevoli vicini di casa), è il dottor Nefario, lo scienziato pazzo, doppiato dal comico britannico Russel Brand.
Brand spiega come abbia provato diverse tonalità di voce con i registi per trovare la più adatta al personaggio che aveva immaginato. “Ha guardato come Nefario cammina e come pensa e ha cercato di relazionarsi ad esso. Lui si atteggia come un gangster stile Ray Winstone, ma con una dolcezza di fondo. Ha anche dovuto aggiungere degli anni all’inflessione della voce. Ha cercato di fare forti vibrazioni vocali”.

Il ruolo del furioso ed impetuoso Perkins è stato assegnato al collega di Carrell in “Ortone e il modo dei Chi” l’attore comico Will Arnett. L’attore ha una serie di film d’animazione nel suo curriculum, da “Ratatouille” a “Mostri contro alieni”, e ha dovuto applicarsi non poco per prestare la sua voce al manager della banca del male. Perkins non desidera altro che veder strisciare Gru ai suoi piedi in cerca di un prestito, mentre suo figlio Vector, cerca di batterlo nel furto della luna.
“Volevo che il mio personaggio avesse un tono un po’ snob ed altezzoso, un tipo che sembra avere più santi in paradiso rispetto agli altri”, spiega Arnett. “Ho pensato che dovesse mangiarsi le frasi e le parole, masticare le situazioni e divorarle, è un mostro in forma umana. Gli sceneggiatori hanno creato un personaggio così lunatico che per me è stata una grandissima esperienza potermi cimentare con un cosi terribile e pesante personaggio dalla natura animalesca e bestiale”.

Non tutti i cattivi di “Cattivissimo Me” sono maschi. Forse la mente più malvagia dei personaggi appartiene a Signorina Hattie, la tenutaria dell’orfanotrofio dove incontriamo Margo, Edith e Agnes. Capace di buttare le ragazze nella “scatola della vergogna” per un lieve errore, Signorina Hattie è capace di mandare fuori di casa gli orfani anche quando piove.
Quando hanno cercato il perfetto antagonista, i registi hanno reclutato la donna dal migliaglio di volti del Saturday Night Live, Kristen Wiig. “Sono cresciuta guardando film d’animazione, e son parte integrante della mia giovinezza”, osserva l’attrice. “Cerco sempre di fare qualcosa di diverso con la mia voce, in particolare durante i SNL. È davvero emozionante farlo e da lì costruisco il mio personaggio”.

Wiig ha incontrato i realizzatori del film per discutere dell’ispirazione dietro il personaggio di Signorina Hattie.
“Abbiamo avuto un pomeriggio per trovare la sua voce”, dice. “ Abbiamo pensato ad una Signorina Hattie dal suono dolce, seppur non dica cose piacevoli. Abbiamo trovato questa zuccherosa donna del sud che però non è destinata ad essere attendibile… seppur suoni molto bene al telefono”.
Jack McBrayer è stato uno degli interpreti che hanno fornito la voce per più di un personaggio in “Cattivissimo Me”. “Ho incontrato la squadra, che mi ha illustrato quale sarebbe stato il primo personaggio che avrei dovuto interpretare, ossia un enorme gentiluomo del sud… un turista. Mi è stato inoltre richiesto di doppiare Carnival Barker, e debbo dire che entrambi questi due personaggi hanno qualcosa di me”.


Sobborgo Gotico; Stile visivo dell’animazione.
I registi sono stati subito determinati riguardo la visione del quartiere dove Gru avrebbe tramato le sue cattiverie. Cohen spiega :”Il mondo di ‘Cattivissimo Me’ e il suo sguardo sono molto ispirati dall’immaginario e dalla sensibilità di Charles Addams e Edward Gorey. L’art director, Eric Guillon e il designer di produzione, Yarrow Cheney hanno apportato un’estetica visiva luminosa e vibrante che sicuramente non si è mai vista in nessun altro film d’animazione”.
Meledandri approfondisce i tratti distintivi dell’estetica del film :”I personaggi sono in gran parte caricature di personaggi umani, sono stati progettati da uno dei più grandi designer CGI, Carter Goodrich, che tra l’altro ha disegnato i personaggi di ‘Ratatouille’. Non vi è raffinatezza nel tratto del design dei personaggi che a prima vista potrebbero sembrare un po’ obsoleti. Mentre gli ambienti sono stati progettati dal talentuoso Eric Guillon”.

Healy che già in passato aveva lavorato con Goodrich, ammette :”Mi piace nel complesso e i personaggi sono divertenti e interessanti. Dai suoi disegni si coglie un senso d’umanità, è molto prolifico. Quello che mi piace maggiormente è che ha creato un’ampia tipologia di personaggi, seppur tutte le persone abitino lo stesso mondo. Il lavoro di Carter dimostra quanto il mondo sia vario e dà sempre un tocco di personalità. I suoi personaggi hanno appeal e vorremmo sempre sapere di più su di loro. Queste sono sempre ottime basi per lo sviluppo dei personaggi”.
Riflettendo, l’art-director aggiunge :”Eric porta umorismo e divertimento in tutti i suoi disegni. La sua tavolozza di colori è complessa e non troppo appariscente, e consente alla stravaganza di essere in prima linea. Si può disegnare in diversi stili, e tutti hanno un fascino ed una freschezza unici. Eric pone in forte contrasto le forme nei suoi disegni e questa varietà delle linee affascina a prima vista. Ma ciò che lo contraddistingue è la sua visione immaginifica del mondo.

Per “Cattivissimo Me” ha creato un mondo coeso, e non mi stanco mai di esplorare tutte le sfaccettature di queste immagini incredibili, perché sono divertenti, comiche e totalmente inventate da lui”. Per trovare l’ispirazione per il film, il team ha cercato una delle prime immagini disegnate per il film.
Dice Renaud :”Una delle prime cose progettate da Eric è stata l’auto di Gru, che è restata identica a come l’aveva immaginata. Abbiamo guardato quella macchina e abbiamo detto ‘Wow! non ho mai visto una macchina cosi prima d’ora!’. Cosi da lì è iniziato a delinearsi tutto un mondo. Questa è stata l’immagine che abbiamo tenuto come riferimento per gli sviluppi successivi’ Questo è il nostro mondo, questa è la macchina di Gru’”.

Quando hanno immaginato come Gru si sarebbe dovuto muovere i registi Renaud e Coffin sono stati ispirati dalla comicità fisica di Peter Sellers e Rowan Atkinson. Questo super-cattivo ha una presenza fisica imponente, con le spalle curve e il naso adunco. Ma all’occorrenza può anche muoversi con la sinuosità di un gatto.
I realizzatori hanno creato una sorta di mondo Spy in cui sarebbero dovute accorrere esplosioni, attacchi lanciarazzi, squali e combattimenti. Era chiaro a tutti gli interessati che nessuno voleva creare un mondo rappresentato fotorealisticamente. Volevano che il film fosse una tavolozza di colori unica dalla stilizzazione distintiva. I dettagli sono sorprendenti nel loro iper-realismo fantasy. Gru è deliziosamente malvagio, e il suo ambiente lo riflette. Un attento osservatore rintraccerà in “Cattivissimo Me” tutta una serie di elementi che esplicano il tipo di umorismo. Con una citazione quasi diretta della Famiglia Addams.

Un esempio, quando nella banca del male, Gru sta passeggiando nel corridoio principale e improvvisamente le colonne iniziano a cadere…Questo un elemento per far capire lo houmor, a volte nero, presente nel film.
Nella creazione dei luoghi per “Cattivissimo Me” i registi e i produttori sapevano benissimo che ci sarebbe dovuta essere forte discrepanza tra le linee gotiche della casa cupa di Gru (immaginata dal designer Cheney) e la grafica post-moderna della fortezza del viziato-marcio Vector. Continua Meledandri :”La serie di stili è stata progettata da Pierre, Chris ed Eric e riflettono l’essenza dei personaggi. Gru vive in una casa nera in questo quartiere che è una cartolina vivente di periferia, dove c’e’ ruggine solo sulla sua casa, in stile gotico. Il suo veicolo è probabilmente il meno ecologico che sia mai stato posto sulla terra”.

Al contrario, Meledandri spiega la tana del rivale di Gru :”La sua nemesi, Vector, è un ricco moccioso a cui mai nulla è stato negato nella vita. Vive in un ambiente molto moderno, pieno d’arte e con una imponente consolle per videogiochi, tutto pagato da suo padre, il ricco banchiere. Questi due stili riflettono in toto il conflitto che questi due cattivi stanno affrontando tra loro”. Formare un adorabile esercito in miniatura.
I ‘Ladri della Scena’ sono stati i servitori di Gru. Anche se non erano presenti nella storia originale, l’adorabile ( e incredibilmente maliziosa) squadra dei servitori è diventata rapidamente la favorita tra gli animatori che hanno realizzato il mondo di Gru. Renaud ride :”I servitori danno il meglio di loro quando sono almeno in 20. Ecco, quando sono in 20 sulla scena è come se si avesse una folla, e tecnicamente è stato molto impegnativo animarli”.
Secondo il produttore Healy, i servi rappresentano ‘Una fusione del talento dei registi’.

Continua elogiando :”Essi sono il risultato della splendida collaborazione dei due registi. Chris ha concepito il loro disegno iniziale e la loro missione come servitori di Gru, e Pierre ha aggiunto lo stile sciocco dell’animazione e la maggior parte delle voci. Portarli sullo schermo è stato estremamente divertente. Il risultato è meraviglioso e si raggiungono alti strati di comicità ed umorismo, tutto scaturito dal cervello di Chris e Pierre. Una volta che hanno scelto i nomi, si son divertiti a scegliere le acconciature, hanno deciso chi sarebbe stato mono-occhio e bi-occhio e cosi le personalità hanno iniziato ad emergere. Le scene son diventate sempre più esilaranti e il fatto che tutti i servitori siano simili è il vero clou della comicità”.
Le voci sono in gran parte frutto di Coffin, il quale ha collaborato con il team per sviluppare il linguaggio che i servitori avrebbero adottato. Per aiutarci a capire cosa dicono, ogni tanto è stata inserita una parola in inglese. Renaud e Coffin hanno poi compresso il suono delle voci in modo che si potesse adattare ad ogni ometto.

“Questo linguaggio risulta molto divertente e significativo”, dice Meledandri. “Pierre presenta le sue idee in modo molto visivo, e in più forme. Dalla prima volta che ci furono presentati i piccoli servitori, essi hanno subito fatto breccia nei nostri cuori. E abbiamo subito capito che avrebbero assunto un ruolo centrale nel film con il loro irresistibile mix di innocenza e malizia”. Aggiunge Cohen :”Hanno creato un linguaggio unico per i servitori, dove molto sembra non aver senso. Come se tutti i linguaggi esistenti venissero mixati nel loro modo di parlare, poi ogni tanto ecco la parola in inglese che ci fa capire cosa in realtà stanno dicendo”.
È stato Steve Carrell a contribuire alla scelta del nome dei servitori. Durante le sessioni di registrazione per Gru, Steve pensò che chiamare Jim o Tim un servitore sarebbe stato molto divertente. Gru che chiama per nome ogni singolo tirapiedi seppur tutti simili tra loro. Una volta visto l’effetto i registi si sono convinti del divertimento che questo creava e inoltre rafforzava la personalità unica di ogni tirapiedi.


Spazio per la Commedia: Riprese in 3-D
“Cattivissimo Me” non è solo il primo progetto per Illumination Entertainment ma è anche il primo film che il team di Meledandri ha prodotto in 3D. Prima della stesura del layout i produttori e i registi già sapevano che il pubblico sarebbe stato ulteriormente abbracciato dal film. Proprio per questo è stata aggiunta la terza dimensione. È stato chiesto a Pablo di creare delle opportunità narrative per implementare l’uso del 3D, con un senso logico però. Non tutte le scene hanno bisogno del 3D ma alcune lo richiedono fortemente per aumentarne l’enfasi e la forza visiva, cosi è stato nelle scene in cui Gru e Vector combattono a suon di razzi e missili, quando volano sui dirigibili e quando il fumo esce dai veicoli. Sia che si tratti di scene di esplosioni a mezz’aria, di giri sulle montagne russe in cui Gru prende le tre ragazze, gli animatori avevano l’intenzione di portare il pubblico dentro ogni scena, in un viaggio in compagnia dei personaggi del film.

I registi hanno scoperto che potevano sfruttare lo spazio per aumentare l’effetto comico. Dal momento che per il team questa esperienza era del tutto nuova, hanno avuto l’opportunità di sperimentare versioni inaspettate. Meledandri era fortemente convinto che il team avrebbe opportunamente sfruttato la tecnica, non solo riportando in 3D qualcosa che era in 2D. Riflette: "L’utilizzo del 3D aiuta a definire l’aspetto visivo del film. Molte sono le sequenze in cui usiamo in modo molto razionato la tecnica 3D. Il nostro obiettivo è sempre quello di far immergere il pubblico nella pellicola e farli sentire parte dell’ambiente del film, in espansione intorno a loro. Chris Renaud e Pierre Coffin hanno provato estremo divertimento nel girare queste scene".

“Fin dall’inizio abbiamo immaginato questo come un film in 3D”, aggiunge Cohen. “Avevamo bisogno di trovare qualcuno che fosse in grado di raccontare la storia con ogni inquadratura, da una scena all’altra. Abbiamo trovato così il mitico Jhon Benson, maestro della stereografia, che aveva già lavorato su “Coraline”. Si è trasferito a Parigi ed ha lavorato su questo film sin dall’inizio”.
I realizzatori hanno voluto da subito che “Cattivissimo Me” fosse in 3D. Hanno esplorato diversi scenari per sfruttare questa tecnica, e poi hanno iniziato ad inserire scene soft con l’uso del 3D. I registi hanno inoltre ricostruito interamente il modello delle montagne russe per ampliarne l’impatto visivo.
Renaud dice :”Abbiamo stratificato l’uso del 3D man mano che il film si completava. Eravamo tutti consapevoli della forza del 3D e del gradimento che il pubblico avrebbe esternato. Abbiamo cercato di costruire un’esperienza dinamica e coinvolgente”.


Una produzione globale: Dalla Francia agli Stati Uniti.
Mentre il team partiva con la pre-produzione del film “Cattivissimo Me”, Meledandri ha cercato in tutto il mondo la casa di produzione più adatta a diventare partner per la realizzazione del progetto. Dopo aver visitato una serie di Studios, il produttore si è recato in Francia per osservare l’enorme tradizione che quel paese rappresenta nel mondo dell’animazione, trovando la sua dimensione ottimale a Parigi, presso lo studio Mac Guff, specializzato in effetti visivi. Meledandri spiega :”La Francia possiede una delle più importanti scuole d’animazione del mondo, la Gobelins.
Hanno un forte senso della commedia in Francia, un senso in forte contatto col nostro. Ho visionato diversi studi, e dopo solo un’ora di visita presso la Mac Guff già sapevo che quello era il partner di cui avevo bisogno. Ho avuto da subito estrema fiducia nelle persone che ho incontrato e nel lavoro che ho visto.

Intanto la pre-produzione era partita a Los Angeles. Lì hanno iniziato gli storyboard e il montaggio iniziale dei disegni. Intanto I’illumination Entertainment ha creato in Francia il team che collaborava con Mac Guff. La Illumination ha fatto trasferire 15 persone in Francia, per lavorare a stretto contatto con la Mac Guff. A Parigi l’intero staff era supervisionato da Janet Healy, sotto la cui guida il team divenne molto unito. Meledandri :”La tecnologia che abbiamo usato durante il nostro lavoro è stata relativamente semplice. Abbiamo usato Skype e iChat, preferiti per la loro facilità di utilizzo. Queste sono semplici tecniche di comunicazione ma molto efficaci… Abbiamo cosi potuto partecipare e organizzare teleconferenze e meeting. Inoltre per il fuso orario era come se il lavoro durasse 24 ore al giorno. È stato un progetto estremamente coeso”.
Renaud sullo studio Mac Guff ha detto che è “uno studio di classe mondiale” e continua elogiando :”Hanno una dedizione al lavoro secondi a nessuno, inoltre una delle cose più interessanti della Francia è che il loro sistema educativo supporta e stimola l’arte visiva e l’animazione, questo non è facilmente reperibile in altri paesi”.

Healy è d’accordo :”Abbiamo inizialmente preso in considerazione studios da tutto il mondo, e abbiamo riconosciuto il fatto che Mac Guff aveva uno staff stabile ed estremamente talentuoso, oltre ad essere completo della tecnica CGI. Avevano appena finito un film francese, e dopo avercelo mostrato è salita enormemente la nostra fiducia nella loro produzione. I nostri istinti avevano ragione: l’atmosfera in studio era stupenda ogni giorno e gli artisti avevano un forte talento e una notevole conoscenza tecnica. Siamo tutt’ora stupiti nel ripensare alla produttività e al livello lavorativo di quei giorni”.
Il produttore spiega il processo che ha portato alla collaborazione internazionale delle due squadre :”Sette americani giunti in Francia. Il gruppo era formato da uno dei registi, me, in veste di produttore, il produttore associato, l’editor, l’aiuto regista, l’artista 3D e il designer di produzione.

Tutte le altre figure di cui potevamo aver bisogno erano all’interno dello staff Mac Guff. Abbiamo portato a loro decenni di esperienza americana nel campo dell’animazione, questo ha dato spessore al lavoro della Mac Guff. Abbiamo compreso il paradigma per la perfetta riuscita del film, ossia riscrittura, rientri, apporto di modifiche in corso d’opera. Questa capacità dinamica di effettuare miglioramenti durante ogni fase della lavorazione è stata la chiave del successo ed ha segnato la differenza tra come eravamo abituati a lavorare e come lavoravano gli studios europei”.

Quando è arrivato il momento di convertire tutto il lavoro in 3D tramite modellazione CG, cioè passare dai grezzi layout alla versione stereografica, il team si è trovato ad avere aspettative simili e comprensione reciproca per ogni singolo lavoro. C’erano circa 14 dipartimenti che hanno lavorato in CG, e ogni artista aveva una specialità unica. Inizialmente la conversione del flusso di lavoro ha richiesto del tempo, ma pian piano tutto è diventato più fluido, e il modo di risolvere i problemi è diventato sempre più collaborativo e unidirezionale.

Con la squadra statunitense che prendeva lezioni di francese e quella francese che studiava inglese, è stata un’esperienza formativa per tutti e due i lati dell’Atlantico. Ogni volta che Meledandri parlava all’intero staff è stato usato un interprete. Della società globale il produttore aggiunge :” Abbiamo un regista americano ed uno francese. Abbiamo lavorato in Canada, New Jersey, Los Angeles e nel Midwest. Abbiamo rappresentate diverse nazionalità nel nostro staff, e qui nello staff di Parigi abbiamo diverse persone provenienti dal Regno Unito… la nostra filosofia si basa sul concetto che se si deve fare un film per il mercato globale, il colorito della nostra squadra deve essere globale”.

Questo processo oltre ai realizzatori e artisti è stato esteso anche alle sessioni di registrazione e doppiaggio, in quanto alcune sessioni si sono svolte a Parigi, mentre gli attori erano a Los Angeles. Renaud spiega :”Abbiamo fatto le prime sedute con ogni attore presente, in modo da poter stabilire le linee guida dei personaggi”. Una volta Renaud era a Parigi e usava Skype e iChat per vedere gli attori, perché egli ritiene molto importante vedere anche il corpo. “E’ stato molto importante per noi leggere il linguaggio del corpo degli attori”, spiega Renaud.

L’equipaggio produttivo era collegato a Renaud e Coffin tramite una rete ISDN di alta qualità audio, per vedere le performance degli attori. Gli attori intanto registravano a Los Angeles, e poi tutto il materiale è stato consegnato allo studio parigino. Con una differenza di fuso orario di 9 ore, la produzione correva su un ciclo di 24 ore, le squadre lavoravano costantemente sui due lati dell’oceano.
Lavorare con un regista attraverso Skype è stata un’esperienza nuova per molti degli attori del film. “E’ stato abbastanza pazza questa cosa di parlare con il regista a Parigi, è strano lavorare con qualcuno che non si trova fisicamente con te nella stessa stanza”, ricorda McBrayer. Lui ride: "Penso di essere stato nove ore in anticipo, in modo che ho potuto raccontare il futuro".


Avere un Cattivo, Cattivissimo Giorno: Musica di “Cattivissimo Me”
Negli ultimi anni, Pharrel Williams, vincitore di Grammy Awards e mente dei Neptunes e dei NERD, ha scritto hit mondiali per artisti come Gwen Stefani, Justin Timberlake, Usher, Madonna, Kanye West e Shakira. Nel 2009, la rivista Billboard lo ha inserito tra i produttori del decennio. Williams e i suoi collaboratori hanno avuto un ruolo enorme nella formazione del panorama musicale globale. Naturalmente il passo successivo era esplorare l’interazione tra musica e film.

Williams nutre un interesse per il cinema da un po’ di tempo, ed è diventato più motivato dopo aver visto la collaborazione tra Jack Johnson e la Universal per la colonna sonora del film “Curioso come George”. Williams ha espresso il suo interesse all’amica Kathy Nelson. Ricorda :”Ho detto a Kathy di tenermi informato su possibili progetti futuri e di chiamarmi qualora ce ne fosse stato uno. Lei mi ha risposto che non sarebbe stato un progetto a caso ma qualcosa di veramente speciale, e allora ecco che arrivò ‘Cattivissimo Me’”.
Da sempre un fan dell’animazione, Williams era impaziente di raccogliere la sfida che lo avrebbe fatto cimentare con il cinema, nel suo primo progetto di questo genere. “Quello che mi piace di “Cattivissimo Me” è che i registi non hanno voluto creare un film per bambini. Loro hanno fatto un film per gli esseri umani e tratta di divertimento giovanile, e nello stesso tempo la trama è incredibile”.

Anche se il primo film sembrava arduo Williams fu grato di essere circondato dal vincitore di Oscar Hans Zimmer, come produttore musicale del film, e dal talentuoso chitarrista compositore Heitor Pereira. Dice il produttore Meledandri: ”Fin dal momento che mostrammo le immagini del film a Pharrell lui subito disse ‘Lavorerò in ogni modo a questo film’. È stato subito colpito dal design dei personaggi, e dalla storia, per la quale ha subito nutrito un enorme entusiasmo.
Pharrell come molti di noi ha accettato la sfida di fare qualcosa che non aveva mai fatto prima d’ora, in effetti per lui è la prima volta che si cimenta con la colonna sonora di un lungometraggio”.

Meledandri continua :”Sapevamo che nel film c’erano diverse opportunità di segnare delle scene con delle canzoni, queste sottolineature sono frutto di Pharrell, Hans e Heitor”.
Williams ha cominciato a collaborare con Pereira guardando i filmati preliminari del film e poi ha creato le idee musicali per ogni sequenza. Pereira ha esteso e completato quelle idee aggiungendo altri spunti creativi.
Del lavoro con Pereira, Williams dice :”Heitor ha preso i pezzi e le canzoni, ha sottolineato dei punti. È lui il collante dell’intero castello di carte. Ha segnato alcune scene e le ha impreziosite con dettagli e le ha portate ad un livello superiore”.

Williams ha composto diversi brani originali per il film, tra cui la title track “Despicable Me”. L’artista è stato ispirato dal racconto stravagante dei testi di Annie, e ha voluto scrivere dei brani comprensibili ai bambini e che allo stesso tempo spiegassero il carattere lunatico di Gru. Egli spiega :”Non ho mai composto una canzone su una brutta giornata o sull’essere di super-cattivo umore. Così ho pensato di giocare con l’ironia, ma allo stesso tempo, se si ascolta senza le parole, la base risulterebbe essere comunque molto Pump”.
La carriera musicale di Hans Zimmer è fatta di strabilianti successi, sono sue le partiture indimenticabili di film come “Rain Man”, “Twister” e "Thelma & Louise”, così come i “Pirati dei Caraibi” e “Sherlock Holmes”.
Ma è nel 1994 che “Il Re Leone” gli porta un Oscar per la migliore colonna sonora e ha acceso la sua passione per questo mestiere e portato le sue musiche in film d’animazione come “Shark Tale”, “Madagascar” e “Kung Fu Panda”. Lo accompagna da molto tempo il suo collaboratore Heitor Pereira; “Cattivissimo Me” è la loro ultima fatica…
[an error occurred while processing this directive]
[+] aggiungi informazioni e curiosità su Cattivissimo me oppure [+] scrivi recensione e vota Cattivissimo me

Vota, leggi trama e opinioni su Cattivissimo me di Pierre Coffin, Chris Renaud, Sergio Pablos - Torrent, scaricare Cattivissimo me di Pierre Coffin, Chris Renaud, Sergio Pablos, streming

Questo sito è gestito con HyperPublish e molto olio di gomito.
Questo è un sito di cinema film movies amatoriale: le informazioni provengono dai miei studi, dal contributo degli utenti e da fonti reperibili nel pubblico dominio. Non posso garantire la validità delle informazioni ma faccio del mio meglio. Posso inoltre garantirti la mia onestà quando dico che un film è bello. Aggiungi anche tu la tua opinione e fai sapere a tutti senza limiti come è il film! Ti invito ad andare al cinema, non è bello scaricare torrent guardare streaming vedere megavideo striming divx emule movies nemmeno in anteprima. I copyright dei film / movies appartengono ai rispettivi proprietari.



Qualche film interessante: Cristian e Palletta contro tutti, Come pietra paziente, Cleopatra, Citta' nuda, Ciao Brother, Chi nasce tondo, Che cos'e' un Manrico, Certi bambini, Cemetery of Splendour

Film in ordine alfabetico: 9.99…20 D 20 F…50 V 500 …UNA - ...A…A PR A PR…ACQU ACRI…AH S AI C…ALIL ALL …AMAZ AMAZ…AMOR AMOR…ANIJ ANIM…APPU APPU…ASPR ASSA…AVVI AWAK…L'AM L'AM…LE A LE A…UN A UN A…UN'A - A BE…BALL BALT…BE K BE L…BENV BENV…BING BIOS…BLOO BLOO…BOX BOXI…BULW BUMA…LA B LA B…THE THE …UNA - ...C…CAPT CAPT…CAVA CAVA…CHE CHE …CICO CIDA…CODI CODI…COMM COMM…COSA COSA…CUCC CUOR…IL C IL C…LA C LA C…PORC THE …UNA - ...E…DEAD DEAD…DEST DEST…DIRT DIRT…DORI DORM…DUE DUE …LA D LA D…UNA UNA …UNA - ...E…EFFE EFFE…EMPI EMPL…EVAN EVAN…L'ES L'ES…UN'E - A FA…FAUS FAUS…FINO FINO…FRA FRAG…FROZ FRUI…I FR I FR…LA F LA F…UNA - A GL…GET GET …GIOV GIOV…GOMO GOMO…GRIN GRIZ…IL G IL G…LE G LE G…UNA - A HI…HARR HARR…HESH HESH…HONE HONE…HUNG HUNG…UN H - GLI …IMMO IMMO…INCO INCR…INTE INTE…IQBA IRAQ…L'IN L'IN…UN'I - I JO…JESU JET …JOYF JU T…THE - K.36…KING KING…THE - A LE…LAND LAND…LEGE LEGI…LIBE LIBE…LONT LONT…LULU LUMI…UNA - A MA…IL M IL M…LA M LA M…MAES MAGA…MANS MANS…MATE MATE…MENO MENO…MILO MIMZ…MO'J MOLI…MO'T MOTO…MY G MY I…UN M UN M…UNA - I NO…NARU NARU…NEMM NEMM…NO ( NO -…NON NON …THE THE …UNA - GLI …OCTA OCTO…ONDE ONDE…ORO ORO …UN'O - O - …IL P IL P…LA P LA P…PANE PANE…PASS PASS…PEPP PEPP…PICC PICC…PLAT PLAY…PRAI PRAN…PROF PROF…THE THE …UNE - A QU…QUEE QUEE…THE - I RA…LA R LA R…RAIN RAIS…REMB REMB…RIDE RIDI…ROBO ROCC…THE THE …UNA - O - …IL S IL S…LA S LA S…SALE SALI…SCAR SCAR…SECO SECO…SETT SEVE…SHOR SHOR…SKOO SKY …SOLO SOLO…SPAC SPAC…STAR STAR…STRE STRE…SUR SUR …THE THE …UNO - I TE…TADP TAFA…TEMP TEN …THE THE …TI V TI V…TORO TORQ…TRE TRE …TURI TURI…TWO TWO …UNA - GLI …L'UO L'UO…UNDE UNDE…UZAK - A VE…LA V LA V…VAJO VALD…VERO VERO…VIRG VIRT…VUOT - I WA…WARC WARC…WILD WILD…WWW - X - Y - Z
Registi in ordine alfabetico: 0..9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Cerca...
RecensioniFilm.com 2017 tutto il Cinema raccontato dal pubblico - Accordi - Software - Crea Ebook - Screen savers - Privacy e cookies - Contatti, suggerimenti - Film senza limiti - Streaming