HO VOGLIA DI TE 
 
 
 
 
Ero molto scettico su questo film. 
 
Le immagini dei manifesti e dei giornali che ritraggono Step / Scamarcio e i riferimenti al "bulletto di quartiere adorato dalle ragazze" portano veramente fuori strada. Forse quelli che scrivono queste cose o che scelgono le foto non hanno visto il film; oppure tutto questo vuol fare ancora meglio da contraltare. 
 
Ho letto che i dialoghi del film sarebbero infantili, che si tratta della solita minestra tritata per adolescenti. Io invece guarderei un po' meglio quello che non è neanche troppo difficile da vedere. Se in alcuni momenti il film è persino troppo ottimista nella sua visione della società (vedi i marpioni della produzione televisiva che non riescono ad approfittare delle ballerine e vengono persino puniti per il tentativo) nel filone principale della trama è spietatamente realistico. 
Step / Scamarcio non è per niente il "macho" che si potrebbe aspettare, ma anzi è l'unico che un po' si salva in una rappresentazione dove, come purtroppo è comune nella vita reale, questi adolescenti cresciuti, e in particolare le ragazze, giocano ancora alle bambole, però con Big Jim in carne ed ossa... e i personaggi del film non hanno più dieci anni. Sarà la vittoria dell'emancipazione femminile che ormai è l'uomo ad essere "usato" come una marionetta un bambolotto... Insomma, ma sì, diamoci una botta a Step proprio qualche giorno prima del matrimonio con Luca per vedere se per caso, si sa mai, avremo l'illuminazione, forse proprio durante l'amplesso scopriremo che è Step quello giusto... senza preoccuparsi che l'uomo in questione (questo Step che farà il figo con la moto ma in quanto a spina dorsale è un po' deboluccio) non è una bambola ma una persona con dei sentimenti o degli impegni... Be' onestamente preferivo le principesse di una volta. 
 
Insomma, chiamatelo pure film per adolescenti se volete, a me sembra per niente banale far vedere come purtroppo le ragazze, che hanno il privilegio e la responsabilità di continuare la vita, abbiano ormai preso un sacco di bei difetti che una volta erano prevalentemente maschili...  
E anche i dialoghi che qualcuno scrive infantili: forse è un po' che non frequentate diciottenni e ventenni, molti si ritengono ancora ragazzini... si è ragazzini a dodici anni, anzi spesso a dodici anni le ragazze sono già donne... 
Una società in cui si matura solo a 50 anni forse ha qualche problema.... 
Orwell in 1984 immaginava un mondo con un tele-controllo palese e una limitazione forzosa della libertà: il vivere consumistico, l'informazione e la cultura modificate in funzione della pubblicità e del vendere (chi produce in massa deve vendere in massa a menti standard e deboli) non sono stati così palesi, ma hanno funzionato ancora meglio... nuove generazioni sempre più fragili e sempre più rimbambite non avranno bisogno di ordini o di un controllo forzoso, limiteranno da soli la propria intelligenza e la propria libertà. 
 
Sarebbe un film noioso se queste riflessioni fossero troppo palesi: io ho trovato interessante che possa far riflettere su questo. Se sono "troppo avanti" be' almeno ora potete pensarci anche voi :-). 
 
 
 
 
[Sito di "Ho voglia di te" -ita] 
 
[recensioni film home] 
 
 
 
 
Tutto il materiale in questo sito è protetto da (C) Copyright. 
Creato con Hyper Publish; Dai un'occhiata a impossibiledadimenticare.com e anche a recensionilibri.com e a immaginigratis.com . Consiglio inoltre Goofynomics, VociDallEstero, Il pedante, Paperinik 
 
<< Torna alla Home Page di Recensioni Film - Privacy e cookies - Contatti